La Festa dei Cereali 2016

VI edizione, 9 -12 giugno 2016

I cereali: da cibo dei popoli a condivisione della tavola

La sesta edizione di Cerealia è stata dedicata al Regno del Marocco. Il pane è stato uno dei fili conduttori del festival, partendo dalla presentazione a Pompei il 28 maggio del pane dell’antica Roma, per arrivare a Roma al Pane dell’Accoglienza, proposto dai fornai romani in occasione del Giubileo. Un seminario scientifico, programmato alla sede della FIDAF di Roma, ha affrontato il tema di “agricoltura e sostenibilità” con particolare riferimento al grano, cercando d’illustrare gli scenari futuri dell’agricoltura e della produzione di cibo verso la sfida del 2050. Il festival ha poi volto la sua attenzione alla nuova ruralità e al ruolo dell’agricoltura quale strumento per rigenerare le comunità; all’importanza di quest’ultime per la difesa del territorio e del paesaggio. Grazie alla collaborazione con il Gustolab International Institute for Food Studiessono stati presentati, in un video documentario, alcuni casi di agricoltura sociale e di economia di comunità nel Lazio. Particolarità di questa edizione è stata la visita ai campi sperimentali di frumento. Infatti, grazie alla collaborazione con l’Università della Tuscia, l’Università degli Studi di Perugia e il Centro Appenninico del Terminillo “Carlo Jucci”, è stato possibile programmare diverse visite i campi sperimentali della Stazione di Base di Rieti. Proprio in questa città si è svolto un ricco programma d’iniziative che si è articolato dal 9 al 13 giugno. Tra le iniziative programmate la visita alla Regia Stazione di Granicoltura di Nazareno Strampelli, il convegno sulle prospettive della granicoltura. Anche la città di Tarquinia ha proposto un ricco programma d’iniziative aperte anche alle scuole a partire dal mese di aprile. Le attività a Tarquinia, città che aderisce a Cerealia per il terzo anno consecutivo, sono promosse da una rete di soggetti pubblici e privati. Roma è certo il centro propulsore del festival e qui, nelle quattro giornate di programmazione, si è svolto un ricco ed articolato programma che ha visto diversi momenti culturali di approfondimento sul Marocco, offrendo la possibilità di conoscere i diversi aspetti e le anime culturali di questo grande paese, in bilico tra tradizione e innovazione; sperimentandone odori e sapori. Il programma dedicato al Marocco ha compreso conferenze, spettacoli di danza e musica, reading di poesie, proiezioni di documentari e film, ricostruzioni della vita quotidiana, con particolare attenzione alle tradizioni contadine e al mondo femminile. Confermando la sua struttura di festival diffuso, Cerealia ha abbracciato la capitale, dal centro alla periferia, con iniziative proposte in diversi luoghi, tra cui: la biblioteca Comunale Collina della Pace alla borgata Finocchio, la Società Geografica, l’Auditorium di Mecenate, il Mercato Contadino di Campagna Amica al Circo Massimo, la Domus Romana, il Mercato Contadino di Capannelle. Altre iniziative sono state programmate anche in Calabria a Vibo Valentia a cura dell’Archeoclub d’Italia locale, mentre a novembre si è svolto un convegno a Milano. Promotori di questa edizione di Cerealia, insieme all’associazione culturale M.Th.I., sono stati l’Archeoclub d’Italia sede di Roma e l’associazione Aisu verso Itaca, in collaborazione con Agroalimentare in rosa, l’Ambasciata, il Consolato Generale di Milano e le comunità in Italia del Regno del Marocco. Diversi i partner tecnici ed organizzativi e le istituzioni patrocinanti che hanno aderito e a cui va il più sentito ringraziamento.

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL 2016 / EVENTI PRE E POST FESTIVAL

PROMOTORI / PATROCINATORI / MEDIA PARTNER / SPONSOR / COLLABORAZIONI / GEMELLAGGI

Si è svolta a Roma, Lazio, Calabria, Campania, Lombardia

Promotori: M.Th.I., Archeoclub d’Italia sede di Roma, Aisu verso Itaca
In collaborazione con: Ambasciata del Regno del Marocco in Italia, Consolato Generale del Regno del Marocco a Milano
Patrocini: Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, MIUR, Regione Lazio, Festival of Festivals, FederBio – Federazione per l’Agricoltura Biologica e Biodinamica, ARM – Romaincampagna, Fondazione Campagna Amica, FIDAF, Museo Nazionale delle Paste Alimentari, Con.Me., Ordine dei dottori Agronomi e Forestali della Provincia di Roma, Associazione Romana Dottori in Agraria e Forestali, CNA Roma, ARSIAL, INSOR, Società Geografica Italiana, l’Istituto Enciclopedia Italiana Treccani, Comune di Tarquinia, Comune di Vibo Valentia, Comune di Rieti, ConfAgricoltura Lombardia, ConfAgricoltura Bergamo, Innovagri, CIA, Nopest, Federazione Italiana Panificatori , Unione Regionale Panificatori Lombardia, CheckFruit
Partner organizzativi: La Lestra – Tarquinia, Mercato Contadino Castelli Romani, Archeclub d’Italia di Vibo Valentia, Slow Food Albano e Ariccia
Media partner: SlowTourism, Il DailySlow, Italia a Tavola network, BabelMed
Partner tecnici: SpotZone, Domus Romana, Birrificio Castelli Romani, Ivan “Il Re del Pane”, Minimo impatto, Mafalda – pomodoro Torpedino, PureJute, Hotel Genova, Greed Dario Rossi
Collaborazioni: Agroalimentare in rosa, Gustolab International Institute for Food Studies, Centro Studi CTS, Istituto Tecnico Agrario “Emilio Sereni”, Re.N.Is.A., Res Ciociaria, Azimut, Camera di Commercio di Rieti, Archivio di Stato di Rieti, Centro Appenninico del Terminillo Carlo Jucci, Istituto Agrario di Rieti Luigi Di Savoia, IPSSEOA Costaggini di Rieti, V Comunità Montana del Montepiano Reatino, Università Agraria di Tarquinia, ITA Cardarelli di Tarquinia, Consmaremma, IPEOA Alberghiero di Montalto di Castro, Museo Nazionale Tarquiniense; Agriturismo il Quadrifoglio; Rete degli agriturismi Tarquinia, Prospettive Mediterranee, AuroraVision, Ass.ne Cult. Mos Maiorum di Roma, Pompei Convivium Food, Editrice il Sirente, Associazione di quartiere Collina della Pace odv, Associazione Panificatori di Roma e Provincia, Istituzione Biblioteche di Roma, Associazione Mnemosyne di Vibo Valentia, Panificio Ronci Danilo, Chorouk for art & culture, RestArt, WHAD Ente Internazionale di Certificazione Halal, Ass.ne Ajial, Chorouk for Art and Culture, Ist. Ist. Sup. Vilfredo Federico Pareto
Sponsor: BCC Roma, Panella l’arte del pane, BAICR Cultura della Relazione, UniCoop Tirreno, 4Changing
Enti ed eventi gemellati: La Rotta dei Fenici, ViniCibando, Festival Europeo Via Francigena Collective Project e 2016 anno dei cammini, Festival della Dieta Mediterranea di Hvar-Croazia

EFFE – Europe for Festivals, Festivals for Europe Label 2015/2016

Staff del Festival 2016
direzione artistica e organizzativa Paola Sarcina, Letizia Staccioli
coordinamento tecnico / relazioni istituzionali Paolo Cermelj  (Archeoclub d’Italia)
percorsi archeologici a cura dell’Archeoclub d’Italia sede di Roma Alessandra Pignotti 
staff di produzione Angela Palmieri, Carlo Paglia, Diana Forlani 
ufficio stampa Tizia Briguglio
comunicazione visiva SpotZone
fundraising  Claudia Crocchianti
 
Mentor e consulenti
Ugo Laneri biologo
Giuseppe Nocca storico dell’alimentazione
Ernesto Di Renzo antropologo - Univ. Tor Vergata
Tiziana Briguglio comunicazione agroalimentare e B2B - Agroalimentare in Rosa
Annalisa Venditti laboratori storici e archeo-gusto  - giornalista professionista, scrittrice e autore televisivo