Comunicato stampa Cerealia 2014

Music Theatre International (M.Th.I.) -  Archeoclub d’Italia sede di Roma

in collaborazione con 

Ambasciata della Repubblica di Cipro in Italia  – Ministero dell’Energia, Commercio, Industria e Turismo di Cipro

Ente Nazionale per il Turismo di Cipro – Associazione Nazionale dei Ciprioti in Italia NIMA

 

“Cerealia.La Festa dei Cereali. Cerere e il Mediterraneo”

iv EDIZIONE  (6 – 9 Giugno 2014)

  Dal 6 al 9 giugno torna “Cerealia. La Festa dei Cereali. Cerere e il Mediterraneo”, il festival culturale dedicato al mondo dei cereali, promosso da M.Th.I., ArcheoClub d’Italia sede di Roma, in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica di Cipro in Italia, il Ministero dell’Energia, Commercio, Industria e Turismo di Cipro, l’Ente Nazionale per il Turismo di Cipro, l’Associazione Nazionale dei Ciprioti in Italia NIMA. Tra i patrocini già concessi dalle istituzioni italiane, quello del Ministero degli Affari Esteri, del Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Lazio, di Roma Capitale e di Expo Milano 2015. Manifestazione dal respiro internazionale con un focus particolare sul Mediterraneo, al fine di valorizzare lo scambio interculturale, ogni anno il festival è dedicato a un paese diverso (ospiti delle precedenti edizioni Egitto, Turchia e Grecia). La dedica nel 2014 alla Repubblica di Cipro – che quest’anno festeggia 10 anni di adesione all’Unione Europea – vuole mettere in risalto quella che è stata da sempre la vocazione dell’isola: (L. Godart, Cipro l’isola di Afrodite). Cultura, ambiente, territorio, società, economia, alimentazione e turismo, sono le tematiche affrontate dal festival attraverso tavole rotonde, performance, degustazioni, visite guidate e laboratori didattici. A Roma, il Museo Nazionale di Arte Orientale a Palazzo Brancaccio ospita il 6 giugno la cerimonia di apertura del festival alla presenza delle rappresentanze diplomatiche di Grecia e Cipro. Il 6 e il 7 giugno nello stesso museo si svolgono conferenze, laboratori e degustazioni. Allo Stadio di Domiziano, il 7 giugno ha luogo una giornata dedicata al “senza glutine” in collaborazione con AIC Lazio, con blind test, seminari e laboratori. Il 7 e l’8 giugno il Mercato Contadino di Campagna Amica al Circo Massimo accoglie laboratori, una mostra sulla Puglia contadina e video; al Mercato Contadino di Capannelle l’8 giugno c’è un laboratorio sulla pasta madre. Il programma romano si conclude il 9 giugno all’Auditorium di Mecenate, con un incontro sulle donne in agricoltura e un omaggio al Bimillenario di Augusto. Come ogni anno Cerealia non si ferma a Roma: il 7 giugno l’associazione La Lestra di Tarquinia, nell’Area Archeologico-didattica del Comune di Tarquinia, presenta un ricco programma d’incontri, laboratori, degustazioni e spettacoli. Sempre il 7 giugno, ad Ariccia, si ripete il laboratorio sulla pasta madre organizzato dal Associazione Consorzio a km0. Grazie al gemellaggio con le Idi Adrianensi di Tivoli (sett. 2014), un evento si svolge l’8 giugno nell’Area Archeologica di Villa Adriana (Tivoli). Cerealia quest’anno raggiunge poi anche il nord Italia: ad Altino (VE), tra maggio e giugno, sono in programma eventi culturali, degustazioni, visite guidate. I promotori e partner di Cerealia intendono, attraverso un progetto che valorizzi anche la riscoperta della cultura dei territori, salvaguardare il valore della terra e delle culture autoctone, e ricostruire la catena di valore tra il territorio di produzione e la tavola del consumatore, riportando in vita anche usi e costumi antichi, fondati sul rispetto della terra e dei suoi frutti, al fine di creare una catena virtuosa, che possa contribuire a diffondere una cultura di condivisione delle esperienze anche per un turismo più qualificato – fondamentale per l’Italia dal punto di vista dei beni culturali, dell’ambiente, dell’enogastronomia – e quindi strettamente legato alla qualità della vita. Cerealia è poi una kermesse che punta a valorizzare le scelte sostenibili, il mondo dei biologico e della produzione locale. I promotori del festival ringraziano gli sponsor, i partner organizzativi e tecnici e tutte le istituzioni ed organizzazioni patrocinanti che hanno aderito. Il programma è disponibile sul sito del festival con il dettaglio dei singoli eventi e le modalità di partecipazione (molti gli eventi gratuiti).