Sostenibilità

Cibo Slow e Sostenibilità

Siamo ciò che mangiamo e possiamo dire che le società e le culture si sono sempre anche modellate sul cibo e l’alimentazione. È in nome del cibo che nascono le relazioni umane, l’amore, la vicinanza, la solidarietà.

Le civiltà del Mediterraneo sono figlie del pane e dell’ulivo, donato da Atena. Cerchiamo di valorizzare quindi gli antichi sapori e prodotti genuini, ri-scoprendo piatti e cibi della tradizione mediterranea; di aspirare a relazioni meno frettolose, ma più profonde; di proporre, partendo dal nostro passato comune, una modalità diversa di costruire e guardare al nostro futuro.

L’impegno è anche quello di realizzare un progetto sostenibile e a basso impatto. Così già la prima edizione del Festival Cerealia è stata riconosciuta dalla Provincia di Roma tra le EcoFeste 2011.

ecofesta 

Vogliamo anche per questo investire sempre più energie in questa direzione, prestando una particolare attenzione alla filiera produttiva ed organizzativa e in particolare, anche attraverso attività di promozione, incentivare il pubblico a comportamenti e scelte di vita il più sostenibili possibili.

Slow Food and Sustainability

We are what we eat and we can say that the societies and cultures have always modeled on food and nutrition. It is in the name of the food human relationships, love, closeness and solidarity are born.

The civilizations of the Mediterranean are the daughters of the bread and olive, donated by Athena. Let us therefore enhance the traditional flavors and genuine products, re-discovering traditional Mediterranean dishes and foods; to aspire to less hasty, but deeper relationships; to propose, from our common past, a different way to build and look to our future.

The commitment is also to make a project sustainable and low-impact. So already the first edition of the Festival Cerealia has been recognized by the Province of Rome between the EcoFeste 2011.

ecofesta 

We also want to invest more and more in this direction, paying particular attention to the production and organizational process, and in particular encourage the audience to behaviors and lifestyle choices as sustainable as possible, also through promotion activities.

NOTES TO THE PUBLIC AND PARTICIPANTS

Our commitment is to provide a sustainable, low-impact event. So for all the activities planned during Cerealia we invite partners, staff and the public to follow sustainable behavior, both in the choice of means of transport, both in attention to the choice and use of materials and their recycling, recovery or final disposal.

go to the Manifesto for Sustainability Cerealia.

SYSTEMIC ANALYSIS OF CEREALIA 2013. BY FABRIZIO PICCHIARELLI

The project work by Fabrizio Picchiarelli for the master’s degree in Food Management, does not pretend to be exhaustive but is a brief study of the Cerealia festival 2013 analyzed from the point of view of the systemic design. The study starts from the concept of industrial design in the more general sense and it traces the evolution of the guiding principles that lead to food design and to a holistic view of the matter. The concept of systemic design takes shape and swells to become a way of life. The study then goes on to deal with the myth of Ceres and her ancient celebrations, the Cerialia to which the festival is inspired. The festival is just analyzed in different ways trying to evidence its strengths and characteristics still poorly expressed. Finally, the author presents a few guidelines for temporary installations according to the principles of the systemic design.

ANNOTAZIONI PER PUBBLICO E PARTECIPANTI

Nostro impegno è quello di realizzare un evento sostenibile e a basso impatto. Quindi per tutte le attività previste durante Cerealia s’invitano partner, staff e pubblico a seguire comportamenti sostenibili, sia nella scelta dei mezzi di trasporto, sia nell’attenzione alla scelta e all’uso dei materiali e al loro riciclo, recupero o smaltimento finale.

vai al Manifesto per la Sostenibilità di Cerealia.

ANALISI SISTEMICA DI CEREALIA 2013. DI FABRIZIO PICCHIARELLI

Il  project work di Fabrizio Picchiarelli per il master in Management dell’Enogastronomia, non ha la pretesa di essere esaustivo, ma è un sintetico studio del festival Cerealia 2013, analizzato dal punto di vista del design sistemico. Si parte dal concetto di design industriale e, in senso più generalizzato, si traccia l’evoluzione dei principi ispiratori che conducono al food design e ad una visione olistica della materia. Il concetto di design sistemico prende forma e si dilata sino a divenire un approccio alla vita. Si passa poi a trattare il mito di Cerere e le sue antiche celebrazioni, i Cerialia, a cui il festival di Cerealia si ispira. Il festival viene quindi analizzato sotto diversi aspetti cercando di evincerne punti di forza e caratteristiche ancora poco espresse. Infine, si riportano alcune linee guida per allestimenti temporanei secondo i fondamenti del design sistemico. (SCARICA IL DOCUMENTO)